Carta da parati per camere da letto, ecco quale scegliere

Carta da parati

Un must intramontabile. La carta da parati continua a rappresentare un trend per l’arredo degli interni, soprattutto in camera da letto.

Dalle soluzioni più classiche a quelle della corrente contemporanea questa opzione di decorazione è sempre una buona idea.

Anche perché proprio in camera da letto, la stanza del riposo per antonomasia, l’utilizzo della carta da parati consente di colmare un “vuoto” e, al contempo, valorizzare il resto della stanza. E di alternative ce ne sono davvero tante, ecco alcune delle più interessanti.

Floreale

Per chi vuole puntare su un ambiente raffinato e rilassante questa è la chiave: drappi in voile e tessuti plissé che incorniciano delicati bouquet di fiori e a preziosi ramage. Tanto basta per sentirvi al centro di un giardino in fiore, esaltato da un prezioso ricamo damascato vocano sulle pareti che richiamano quasi a suggestioni impressioniste. Per un’atmosfera incantata

Giochi d’ombra

Un tocco d’arte in camera da letto. Questa carta da parati, infatti, da praticamente l’illusione di dormire ai piedi di una tela pittorica. Per questo soluzione viene utilizzato un tessuto in fronte vinile (lavabile) con retro Tnt (più facile da mettere e rimuovere rispetto alle carte comuni).

Una finestra sulla città

A volte però si può giocare anche con qualche effetto ottico, magari utilizzato un pannello, come in questo caso. La struttura, a sua volta, è formata da 9 pannelli numerati per facilitarne l’applicazione. Viene utilizzata la stampa digitale in acrilico con supporto in tessuto e si applica al muro con una colla per carta da parati (metylan viola).

Classica

Fascino senza tempo. Il design classico non smette mai di essere originale. Ogni parete permette di esprimere le proprie preferenze, calibrando le scelte sugli stili dei decenni passati ma sempre di gran moda.

Tridimensionale

Quando la carta da parati si fa ondulata gli effetti possono davvero sorprendere, con linee ondulate ad esempio scultorei ondulati. Tanto basta per rendere il muro tridimensionale. Quelle consigliate per le stanze da letto sono viniliche, composte da uno strato di carta tessuto non tessuto rivestito da uno in pvc (vinile) che le rendono impermeabili.

Come una testata

Ma esiste anche una carta da parati con superficie in velcro alla quale poter attaccare cuscini che fungono da testiera del letto. Il velcro permette di rimuovere e riposizionare i cuscini in qualsiasi punto della parete.

Fonte: Cosedicasa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *