I rivestimenti effetto cemento avvolgono le pareti e i pavimenti con uno strato uniforme. Anche in versione colorata.

I rivestimenti effetto cemento permettono di rinnovare tutti gli ambienti della casa, dalla cucina al bagno, alla sala da pranzo, con tempi di posa ridotti e risultati garantiti e personalizzati.

I rivestimenti effetto cemento – per le pareti e i pavimenti – possono essere ottenuti con vari tipi di prodotti, perlopiù a base di resina, cemento e minerali.

I vantaggi sono tanti, sia estetici sia funzionali. Intanto regalano agli ambienti un aspetto omogeneo e continuo, perché la caratteristica principale dei rivestimenti effetto cemento è proprio quella di essere privi di fughe.

Sono proposti in una vastissima gamma di finiture: opache, lucide, talvolta con inserti di altri elementi (come stoffe, pietre, glitter, immagini) e in una moltitudine di colori.

Anche i vantaggi pratici dei rivestimenti effetto cemento non sono trascurabili: vengono stesi direttamente sul posto e non è necessario rimuovere quelli esistenti grazie agli spessori molto sottili.

Proprio per questo, alcuni prodotti sono adatti anche per rinnovare le porte e le ante, e i top di bagni e cucine. Inoltre sono facili da pulire e manutenere.

Ma che cosa sono esattamente questi rivestimenti effetto cemento? Le resine, impermeabili e inassorbenti, possono essere epossidiche, acriliche e poliuretaniche.

I prodotti a base cementizia invece contengono, oltre al cemento, anche leganti idraulici (cioè a base d’acqua), sabbie fini, minerali e vari additivi.

Esistono anche tante versioni green, a base d’acqua e atossiche.

 

Visto su: cosedicasa.com